Fiori di Bach rosenthal

Enrica Zacchi, si occupa per le nostre strutture, di Floriterapia e Fiori di Bach.

Cosa sono i Fiori di Bach e a cosa servono? Lo abbiamo chiesto ad Enrica che così ci ha risposto.

Gli animali come gli esseri umani possiedono una personalità propria.
Il metodo di Bach si basa sul riconoscimento di diverse tipologie caratteriali e comportamentali .
Spesso problemi comportamentali nascono da stati d’animo negativi come la paura o l’ansia da abbandono, la solitudine etc….
Il corpo ci segnala il disagio sotto forma di disturbo o malattia che Bach definisce una “trasformazione dell’equilibrio interno” sul quale agiscono le sue 38 essenze e quelle successivamente aggiunte dalle scuole Californiana e Australiana.

Ogni essenza ha una vibrazione differente che coincide con lo “squilibrio” segnalato dalla malattia stessa.

La prescrizione di un fiore sbagliato non ha perciò conseguenze poiché non trova lo squilibrio a cui viene associato, da correggere.
La terapia floreale è una vera e propria medicina olistica che agisce su tutti i livelli dell’essere: fisico, emozionale, mentale, spirituale.

L’utilizzo dei fiori attraverso il principio transpersonale permette di intervenire sia su alterazioni comportamentali che su patologie fisiche individuate da diagnosi medica.
Questo quindi implica che, prima di prescrivere un fiore, è necessario conoscere eventuali patologie mediche che potrebbero essere presenti e causare alterazioni comportamentali. Qualora lo ritenessi necessario quindi sarò in grado di segnalare una eventuale presenza di sintomatologia che necessiti di diagnosi medica che demando al Veterinario , sia per conferma che per poter lavorare in maniera più specifica con i fiori .

Ma cosa si intende per “principio trans-personale?

In breve il principio trans-personale (ciò  oltre la persona, oltre le emozioni )è l’utilizzo dei fiori sulle patologie e non sullo stato emotivo . 
Quindi per riassumere i fiori possono avere diversi campi di azione :
– sullo stato emozionale causato da uno squilibrio chiamiamolo ” psicologico “
– sullo stato emozionale causato da una malattia vera e propria ( patologia ) , 
– sia direttamente sulla patologia ad esempio una dermatite o una bronchite .

Alcuni esempi di applicazione dei fiori:
Paura, stress, ansia da separazione, abbaio insistente, aggressività e gelosie, cinetosi, shock fisici ed emotivi, problemi comportamentali, depressione, rallentamenti dei processi di guarigione, apatia, ingordigia o inappetenza, allergie, gravidanza e post parto…

Enrica che tipo di Fiori usi? sono preparazioni che fai tu, sono già pronte? Come funziona insomma.

Ho la serie completa di 38 fiori di Bach di diverse aziende , quelli del – LABORATORIO DI LEO, BACH FLOWER REMEDIES  del centro bach Oxforshire.
Inoltre uso quelli della HEALING HERBS- , ed infine sto testando i nuovi della GUNA con il principio della memoria dell’acqua .
Per i Californiani, quelli della FES Quintessential Flower Essences.

Dopo ogni consulto preparo direttamente la miscela in boccettine da 30ml, la diluizione è di due gocce prelevate da ogni stock-bottle diluite in 30 ml di acqua per ogni fiore che decido di usare .
Tengo a precisare una cosa , normalmente i fiori vengono preparato con aceto o brandy , io uso solo acqua proprio perché lavorando con animali e bambini cerco di renderli insapori .

Il dosaggio è di 4 gocce 4 volte al giorno.
Non ci sono vincoli di orari ne incompatibilità con altre terapie.
L’assunzione migliore è direttamente in bocca ma è fondamentale per me non forzare l’animale altrimenti genero altro stress.
Si possono dare ad esempio su un bocconcino di pane, o nella pappa, a volte per uso locale direttamente sulle lesioni , e anche sotto forma di creme e spray.

Grazie mille Enrica per le tue spiegazioni. Attendiamo allora articoli specifici per ogni rimedio, siamo davvero curiosi di saperne sempre di più!

Volete una consulenza?
Potete contattarci da qui.